lunedì 30 dicembre 2013

Dorotea e l'incantesimo del cancello

A tempo perso, ho scritto una storia breve per la mia bimba, ispirandomi alle sue piccole "passioni" - i giochi, le bambole, le storie, le musiche e i video che, al momento, predilige. L'ho autopubblicata su Lulu.com: se la cosa vi dovesse interessare, il librino si trova qui in versione cartacea e qui in e-book. Ne approfitto per ringraziare lo zio Sante e la zia Valentina per la bella illustrazione che ci hanno regalato! 
Ed ecco i primissimi paragrafi...

La neve scendeva copiosa sul villaggio, imbiancando tetti, cortili e stradine, come non accadeva ormai da molti anni. I bambini se ne stavano alle finestre a osservare con stupore ed entusiasmo i piccoli fiocchi che, fitti e leggeri, si posavano incessantemente l’uno sull’altro. Quello - ne erano certi - sarebbe stato un Natale straordinario!
Il fuoco crepitava nel grande camino di mattoncini rossi, mentre la madre e le figlie maggiori si affaccendavano nei preparativi per la cena della Vigilia e per il ricco pranzo dell’indomani. Dopo pochi minuti, il padre rientrò in casa con un ceppo di legno da ardere, seguito dal dottor Morfeo, vicino di casa e amico di famiglia.
“Si è scatenata una vera tormenta!” commentò l’anziano ospite tutto infreddolito, mentre si spogliava del cappello e del pesante mantello scuro, scoprendo la fronte rugosa e i capelli ormai radi e bianchi.
Il dottor Morfeo viveva da solo e amava molto trascorrere del tempo con i suoi vicini, in quella grande casa piena di vita e di calore, trovando molta gioia nell’osservare i giochi spensierati dei bambini e nel raccontare loro storie esotiche ed avventurose. C’erano ben otto figli nella famiglia - due ragazze già adolescenti e sei chiassosi e vivaci maschietti tra i tre e i dodici anni - e in loro compagnia non c’era mai spazio per noia o malinconia. Anche quella sera cenarono tutti insieme, chiacchierando in modo gioviale, commentando l’inattesa e incantevole nevicata e facendo previsioni scherzose sulla durata del lauto pranzo che la padrona di casa stava preparando per il giorno di Natale.
 Concluso il pasto la figlia maggiore, Dorotea, salì come di consueto al piano superiore per preparare i fratellini per la notte. I piccoli dormivano in tre stanze contigue, che si affacciavano lungo il corridoio principale. Tra risa, scherzi e qualche capriccio, i fratellini indossarono i pigiami e si radunarono in una delle tre camerette per ascoltare dalla voce calda e rassicurante della sorella maggiore una storia della buonanotte.
Nelle loro fiabe predilette c’erano cavalieri, draghi e animali parlanti e ogni sera Dorotea si sforzava di aggiungere ai suoi racconti qualche dettaglio che potesse attirare la loro attenzione e solleticare la loro fantasia. Poi, intonando una ninnananna, la ragazza accompagnava ciascuno dei fratelli al proprio letto, gli rimboccava le coperte e schioccava sulla sua fronte un bacio affettuoso.
Quella sera i piccoli erano così eccitati dallo spettacolo della neve che Dorotea fece molta fatica a convincerli ad addormentarsi. Raccontò loro due storie avventurose, in una delle quali riuscì a far comparire un’improvvisa nevicata notturna, e cantò diversi stornelli e ninnenanne: ma, nonostante i suoi sforzi, la sua pazienza e la sua buona volontà, ci volle quasi un’ora perché tutti si assopissero.
Quando anche l’ultimo dei fratelli si fu abbandonato al sonno, Dorotea chiuse con cura le porte delle tre camerette e uscì nel corridoio a passo svelto e leggero, cercando di tornare al piano inferiore senza svegliare nessuno. Non c’erano candele a illuminare il suo percorso, solo il riverbero delle luci che brillavano al piano inferiore. Per questo Dorotea non si accorse immediatamente della presenza del dottor Morfeo, che la attendeva in piedi, in cima alla scalinata. La ragazza era stupita: sapeva che il dottore amava molto sentirla cantare, lui stesso glielo aveva detto più volte. Che fosse salito ad ascoltarla?
“Dormono tutti?” le chiese con un sorriso gentile. La sua voce era appena un sussurro.
Dorotea annuì, quasi intimidita da quella inattesa presenza.
“Ho una cosa per te.” le disse allora il dottore. Con un gesto rapido, estrasse dalla tasca un fagotto e glielo porse. Dorotea lo prese tra le mani, esitante e, nello stesso tempo, incuriosita. Avvolto in un panno nero c’era uno specchio di legno scuro, con un piccolo ovale dai riflessi azzurri e un lungo manico finemente intagliato.
“Non è un oggetto di valore, ma appartiene alla mia famiglia da molti anni.” spiegò il dottore con modestia. “Sarei felice che lo avessi tu. Domani, in fondo, è Natale.” Poi, reclinando lievemente il capo, aggiunse, quasi con imbarazzo: “Ho approfittato di questo momento per dartelo perché ti sapevo sola… Non volevo deludere i tuoi fratelli: non ho doni per loro.”
Dorotea lo ringraziò e gli rivolse un sorriso riconoscente. Il dottore si avviò in silenzio giù per la scalinata, mentre la ragazza riavvolgeva lo specchio nel panno e andava a riporlo nella propria stanza.
Poco dopo il dottor Morfeo se ne andò, rassicurando la padrona di casa riguardo alla propria presenza al fastoso pranzo dell’indomani. Continuava a nevicare e la strada si intravvedeva appena ma, mentre percorreva faticosamente i pochi metri che lo separavano dalla porta della propria casa, il dottore non poteva fare a meno di sorridere, pieno di speranza.

venerdì 27 dicembre 2013

Moda sostenibile: Nike apre il primo stabilimento che elimina l'acqua dal processo di tintura

Tingere i capi di abbigliamento senza utilizzare né acqua né additivi chimici: è questa la nuova sfida affrontata da Nike che, in collaborazione con l'azienda partner taiwanese Far Eastern New Century, ha aperto il primo stabilimento che elimina l'acqua dal processo di tintura delle fibre tessili... (continua su GreenBiz.it)

Sorgenia: un piano industriale per ripianare il debito da 1,7 miliardi

Nei giorni scorsi, alcuni articoli apparsi sulla stampa hanno puntato i riflettori sul momento di crisi di Sorgenia, tra i principali operatori del mercato libero dell'energia elettrica e del gas naturale in Italia, con circa 500 mila clienti diffusi su tutto il territorio nazionale... (continua su GreenBiz.it)

Un anno di CSR: la top ten dei trend del 2013

L'anno sta per concludersi e, come da tradizione, è tempo di bilanci. Com'è stato il 2013 in termini di CSR? Quali eventi e quali tendenze hanno maggiormente influenzato l'atteggiamento delle aziende, spingendole ad una maggiore responsabilità sociale e ambientale? (continua su GreenBiz.it)

lunedì 23 dicembre 2013

Impact investing: 5 consigli per fare crescere il volume degli investimenti nelle buone cause

Negli ultimi tempi si discute spesso delle enormi potenzialità dell'impact investing, formulando previsioni di crescita molto ottimistiche e lusinghiere. Tuttavia, al momento bisogna constatare che il settore stenta a decollare: sono ancora poche le aziende che investono davvero in buone cause, il capitale investito è ancora relativamente esiguo ed è successo più volte che delle imprese che avevano tentato un percorso di impact investment si siano tirate indietro sul più bello... (continua su GreenBiz.it)

giovedì 19 dicembre 2013

Investire nelle rinnovabili: 330 milioni di dollari per progetti in sei Stati africani

Sei Stati africani - Mali, Mozambico, Burkina Faso, Repubblica Democratica del Congo, Ghana e Kenya - si sono aggiudicati i 330 milioni di dollari messi in palio dall'African Development Bank Group nell'ambito di una competizione globale ideata per aiutare i Paesi in via di sviluppo a realizzare progetti sostenibili in materia di clima, gestione delle foreste, energie rinnovabili e nuove tecnologie... (continua su GreenBiz.it)

Quanti rifiuti elettronici produciamo? Troppi. La mappa mondiale dei RAEE

Il volume dei rifiuti elettronici o RAEE prodotti nel mondo aumenta in modo costante e vertiginoso, grazie al progressivo incremento della produzione e dell'acquisto da parte dei consumatori di apparecchiature di diverso genere, tutte accomunate dal fatto di essere dotate di batterie o di cavi elettrici... (continua su GreenBiz.it)

venerdì 13 dicembre 2013

Un ufficio senza carta è possibile?

È possibile per un ufficio non utilizzare materiale cartaceo, sfruttando le potenzialità delle nuove tecnologie? In parole povere, si può davvero smettere di stampare?

Xerox, nota multinazionale che ha nella gestione documentale all'interno dei luoghi di lavoro il proprio core business, ha studiato il problema, constatando che, sebbene l'idea di un ufficio che non utilizzi materiale cartaceo esista da circa quarant'anni, il numero di stampe è progressivamente aumentato, anziché diminuire... (continua su GreenBiz.it)

Entro il 2016 scomparirà il più grande accumulo di pneumatici fuori uso

Grazie alla collaborazione tra Ecopneus e il Comune di Castelletto di Branduzzo, le oltre 60.000 tonnellate del più grande accumulo di pneumatici fuori uso d'Italia saranno definitivamente avviate a recupero entro il 2016... (continua su GreenBiz.it)

Come recuperare gli imballaggi biodegradabili? Lo studio di CONAI

Come recuperare gli imballaggi biodegradabili? In occasione dell'ottava edizione della EuBP Conference, la conferenza internazionale dedicata all'industria delle bioplastiche e dei biomateriali, CONAI – Consorzio Nazionale Imballaggi ha presentato le conclusioni di uno studio sulla riciclabilità delle bioplastiche... (continua su GreenBiz.it)

martedì 10 dicembre 2013

Nasce un consorzio per la gestione dei rifiuti compostabili. Il plauso di Plastics Recyclers Europe

Plastics Recyclers Europe, l'associazione che rappresenta i riciclatori di plastica europei, ha accolto con favore la scelta di costituire in Italia un consorzio per la gestione dei rifiuti compostabili, tra cui anche gli imballaggi plastici aventi tale caratteristica... (continua su GreenBiz.it)

AFASE entra a far parte della SETI Alliance

AFASE - Alliance for Affordable Solar Energy ha annunciato oggi che entrerà a far parte con effetto immediato della SETI Alliance - Alliance of the Sustainable Energy Trade Initiative... (continua su GreenBiz.it)

Premio Impresa Ambiente 2014: al via il bando della settima edizione

È stato pubblicato il bando per la settima edizione del Premio Impresa Ambiente, il riconoscimento riservato alle imprese italiane, pubbliche e private, che si siano distinte in un'ottica di Sviluppo Sostenibile, Rispetto Ambientale e Responsabilità Sociale... (continua su GreenBiz.it)

lunedì 9 dicembre 2013

Smart city: Firenze sarà un modello per le citta' intelligenti

Il Comune di Firenze ha ottenuto un finanziamento di 400.000 euro dalla UE per mettere a punto un masterplan di progetti ecosostenibili replicabili anche al di fuori dal tessuto urbano. I fondi rientrano nel progetto STEEP (SystemsThinking for comprehensive city Efficient Energy Planning), a cui il capoluogo toscano partecipa insieme ad Ataf nell'ambito del programma quadro smart city - Energy 2012 Strategic Sustainable planning and screening of the city plans... (continua su GreenBiz.it)

Rifiuti: luci e ombre del riciclo in Italia

La FISE Unire, associazione di Confindustria che rappresenta le aziende del recupero dei rifiuti, e la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile hanno presentato ieri il rapporto annuale L'Italia del Riciclo.Lo studio svela luci e ombre del riciclo dei rifiuti in Italia, mostrando ad esempio che, se oltre il 65% degli imballaggi viene avviato a riciclo (con ottimi risultati per carta, vetro e acciaio), il 43% dei rifiuti urbani viene ancora smaltito in discarica... (continua su GreenBiz.it)

Giornata mondiale del suolo: Legambiente contro la cementificazione selvaggia

In occasione dellla Giornata mondiale del suolo, che si è celebrata lo scorso 5 dicembre, Legambiente ha invitato a fermare il consumo indiscriminato e l'impermeabilizzazione dei suoli e a favorire un modo nuovo e più sostenibile di concepire il territorio e gli spazi urbani... (continua su GreenBiz.it)

giovedì 5 dicembre 2013

Imballaggi e packaging: CONAI presenta il Dossier Prevenzione 2013

Quali sono le soluzioni più virtuose nella progettazione e nella produzione di imballaggi ecosostenibili realizzate e adottate dalle aziende italiane nel triennio 2011-2013? Ad illustrarle nel suo nuovo Dossier Prevenzione 2013 il CONAI, in occasione dei SetteGreen Awards 2013, di cui il consorzio era promotore... (continua su GreenBiz.it)

mercoledì 4 dicembre 2013

Sette Green Award ed E.ON Energia Awards 2013: tutti i vincitori

Si è svolta ieri a Milano la cerimonia di premiazione dell'E.ON Energia Awards e del SetteGreen Awards 2013, iniziative ideate e realizzate da E.ON e SetteGreen, in collaborazione con CONAI- Consorzio Nazionale Imballaggi. Per il terzo anno consecutivo, sono state premiate le idee, le persone e le aziende che, nel corso del 2013, si sono distinte nel campo della sostenibilità... (continua su GreenBiz.it)

martedì 3 dicembre 2013

La qualità della vita 2013: Trento al primo posto, Napoli fanalino di coda

Anche quest'anno, l'indagine annuale del Sole 24 Ore che indaga la qualità della vita delle 107 province italiane incorona il Trentino Alto Adige quale regione più vivibile della Penisola. La classifica del 2013 vede Trento scavalcare Bolzano in vetta, conquistando il primo gradino del podio, mentre si collocano all'ultimo posto Napoli e la sua provincia, in discesa di una posizione rispetto ad un anno fa... (continua su GreenBiz.it)

lunedì 2 dicembre 2013

Banca Mondiale e ONU lanciano un piano di investimenti in energia sostenibile, escludendo il nucleare

Il Segretario generale dell'ONU, Ban Ki-Moon, e il Presidente della Banca Mondiale, Jim Yong Kim, hanno annunciato Sustainable Energy for All (SE4ALL), un piano di investimenti congiunto a cui prenderanno parte i governi di 81 Paesi, oltre che agenzie internazionali e privati, con l'obiettivo di consentire a tutti gli abitanti del Pianeta di usufruire di energia elettrica sostenibile entro il 2030... (continua su GreenBiz.it)

venerdì 29 novembre 2013

Cina: da un report dell'UNEP indicazioni per la transizione verso la green economy

Negli ultimi anni, la Cina ha intrapreso la via della green economy compiendo importanti investimenti nelle tecnologie collegate alle rinnovabili e affermandosi come leader mondiale. Ma, come fa notare un report pubblicato congiuntamente dal Ministro dell'Ambiente cinese e dall'UNEP – United Nations Environment Programme, il colosso asiatico deve ancora affrontare notevoli sfide ambientali e sociali se vuole davvero raggiungere i propri obiettivi in materia di sostenibilità... (continua su GreenBiz.it)

giovedì 28 novembre 2013

La Tasmania sarà 100% rinnovabile entro il 2020

Il Governo regionale della Tasmania si prepara a combattere i cambiamenti climatici attraverso un piano di abbandono progressivo dei combustibili fossili. Il progetto dovrebbe condurre lo stato australiano a soddisfare il proprio fabbisogno di energia con le sole rinnovabili entro il 2020... (continua su GreenBiz.it)

Premio REbuild 2013: i progetti vincitori

È stato consegnato ieri a Riva del Garda il Premio REbuild 2013, il primo concorso in Europa interamente dedicato a progetti di riqualificazione sostenibile, ideato da Habitech e Fraunhofer Institute per REbuild... (continua su GreenBiz.it)

mercoledì 27 novembre 2013

Un codice etico per l'industria italiana dei congressi e degli eventi

L'industria italiana dei congressi e degli eventi ha lanciato per la prima volta e in un contesto internazionale (la decima edizione di EIBTM - The Global Meetings & Events Exhibition Barcellona, 19-21 novembre 2013) la proposta di redigere un codice etico interassociativo per il settore... (continua su GreenBiz.it)

martedì 26 novembre 2013

Impact investing: è online la guida per investire nelle start up del business etico

L'impact investing, quella tipologia di investimenti che ha il duplice scopo di ottenere un ritorno finanziario e di generare un impatto sociale e/o ambientale positivo, è in continua crescita... (continua su GreenBiz.it)

lunedì 25 novembre 2013

Facebook chiede alle imprese europee di aderire all'OCP per data center più green

L'Open Compute Project (OCP), lanciato da Facebook nel 2011 per condividere tecnologie di server e data center con altre aziende, in modo da migliorare l'efficienza energetica dell'intero settore dell'IT, è cresciuto rapidamente in tutto il mondo. Ma non in Europa. Il social network più famoso ha così sollecitato le imprese del Vecchio Continente a partecipare al progetto di condivisione dei saperi... (continua su GreenBiz.it)

Unione Europea: approvato il rifinanziamento di LIFE, il programma sostiene e tutela l'ambiente

Il Parlamento europeo ha appena approvato il rifinanziamento del programma LIFE, che dal 1992 sostiene progetti e opere per tutelare l'ambiente, per il periodo 2014-2020. I voti a favore sono stati 568, 20 i contrari e 21 gli astenuti... (continua su GreenBiz.it)

giovedì 21 novembre 2013

Capitale Verde Europea 2016: tra le 12 città candidate c'è anche Reggio Emilia

Lo scorso 31 ottobre è scaduto il termine per la presentazione delle candidature a Capitale Verde Europea 2016: tra le 12 città che si contenderanno il titolo, che verrà assegnato il prossimo giugno a Copenhagen, Capitale verde europea 2014, c'è, per la prima volta anche una città italiana: Reggio Emilia... (continua su GreenBiz.it)

mercoledì 20 novembre 2013

Sardegna, il dolore per la tragedia e la prevenzione che non c'è

Volevo scrivere qualcosa sulla tragedia che ha colpito la Sardegna, dopo aver letto l'intervista dell'Espresso ad Alessandro Trigila, ricercatore dell'Ispra ed esperto di frane e dissesto idrogeologico e, soprattutto, dopo essermi imbattuta nella riflessione dello scrittore sardo Gavino Ledda. In entrambi i casi, in modi molto diversi, torna di attualità il tema di una natura violata che, all'improvviso, sembra chiedere il contro di anni di abusi... (continua su Pensieri Verdi)

È possibile misurare il benessere dei propri dipendenti senza invaderne la privacy?

Che vi sia una correlazione diretta tra benessere e produttività è un dato di fatto: una persona felice e in salute è di certo più pronta ed efficiente nello svolgere le proprie mansioni lavorative rispetto ad una stressata o sofferente... (continua su GreenBiz.it)

martedì 19 novembre 2013

Moda etica: aumento salari del 77% per i lavoratori del Bangladesh

In Bangladesh i lavoratori del tessile hanno conseguito una piccola vittoria. Dopo mesi di tensioni sociali dovute ai numerosi incidenti che hanno colpito il settore, a partire dal crollo del Rana Plaza dello scorso aprile, gli industriali si sono accordati per aumentare le retribuzioni dei loro dipendenti: dal prossimo 1 dicembre, il salario minimo dovrà essere di 68 dollari al mese, con un incremento del 77%... (continua su GreenBiz.it)

lunedì 18 novembre 2013

Francoforte sul Meno: da Goethe all'euro, passando per Heidi

Il primo week-end di novembre lo abbiamo trascorso in Germania: com'era prevedibile, il nostro viaggio non è stato esattamente fortunato a livello climatico, dato che ha piovigginato per tutto il tempo, ma lo ricorderemo comunque con una certa affettuosa solennità, dato che è stata la prima volta all'estero (e su un aereo!) della Figlia. Volo Lufthansa da Fiumicino e atterraggio, meno di due ore dopo, a Francoforte sul Meno, la città di Clara e Heidi, per intenderci, oltre che di Goethe e dell'euro.

Innanzitutto, l'hotel in cui abbiamo prenotato si è rivelato perfetto, sia per l'ospitalità che ci ha riservato che per la posizione strategica, a due passi dalla Eurotower e dalla zona finanziaria (che poi sono, a loro volta, a due passi dal centro vero e proprio). Ci è stato assegnato un mini-appartamento di due stanze più bagno, dotato di cucina Ikea e situato al quattrodicesimo piano, con un'ampia vista sul fiume Meno e sui quartieri sud/est della città. Il panorama, molto gradevole, è dominato dal nuovo grattacielo della BCE, ad est del centro, ancora in costruzione ma già piuttosto imponente.

La nostra permanenza in città è stata breve, per cui tutte le attività turistiche si sono concentrate in una sola, piovigginosissima, giornata. Abbiamo scelto di seguire l'itinerario consigliato dalla mini-guida che ci hanno offerto in hotel e così, dopo una lauta colazione continentale, di cui la Figlia ha apprezzato soprattutto una torta ai frutti rossi, con la bimba in spalla e bardati di tutto punto siamo usciti alla scoperta della città.

Dalla zona finanziaria, con i suoi grattacieli moderni e svettanti, tra cui la famosa Commerzbank Tower, siamo risaliti fino all'Opera, percorrendo un parco pubblico che, se ci fosse stato il sole, sarebbe stato di certo molto grazioso.



Quindi ci siamo inoltrati nella cosiddetta Innenstadt, tra negozi e caffè, facendo tappa prima alla Borsa e poi, dopo aver attraversato l'Hauptwache, alla Casa di Goethe. Apro una parentesi: Francoforte è stata duramente bombardata durante la Seconda Guerra Mondiale, per cui la maggior parte degli edifici "storici" di una certa importanza è stato in realtà ricostruito negli ultimi 50-60 anni, secondo la logica del "com'era, dov'era". Questo fa sì che la città abbia un aspetto "strano" e presenti un curioso mix di antico e di ipermoderno. Nella Casa di Goethe, ad esempio, ci è stato detto che, di tutta l'edificio, solo i primi tre gradini dell'imponente scalinata centrale si erano salvati dalle bombe...

Visitata rapidamente (la Figlia è stata buona per i primi due piani, al terzo ci ha graziosamente imposto di sbrigarci...) la dimora della famiglia Goethe, ci siamo rimessi in cammino per esplorare la cosiddetta Altstadt, il centro storico, con la piazza del municipio (il Romer) e il Duomo imperiale.

Quindi abbiamo attraversato il fiume percorrendo (rapidamente, che pioveva a dirotto) un ponte pedonale sui cui parapetti erano appesi centinaia e centinaia di lucchetti, come sul ponte Milvio di "mocciana" memoria.



Giunti alla riva sud, abbiamo camminato nel verde del lungofiume fino a raggiugnere lo Stadel, il museo più famoso e ricco della città, con opere di Picasso, Matisse, Degas, Van Gogh, Sisley, Renoir, Rembrandt, Durer... Durante il percorso, abbiamo avvistano moltissime anatre, per la gioia della Figlia, appassionata zoologa.

Infine, dopo aver visitato il museo (con il Marito che faceva fare "trotta trotta cavallino" alla nostra bambina da una stanza all'altra) e aver pranzato nel ristorante sottostante (dove la Figlia ha molto apprezzato un piatto di spaghetti), siamo tornati all'hotel attraversando un altro ponte pedonale, non "moccizzato".

Finalmente aveva smesso di piovere ed era possibile passeggiare con un po' più di calma e far correre liberamente la nostra pazientissima bimba! Peccato che, appunto, fosse anche ora di rientrare...

Che dire? Francoforte ci è sembrata una città ricca e in evoluzione, con tanti cantieri aperti e lavori in corso, ma anche una città dalla forte identità tedesca, molto verde, molto pedonale e molto ordinata: peccato per il clima poco favorevole, che non ci ha permesso di apprezzare i tanti parchi e che ci ha costretto ad una visita piuttosto rapida. Ma, insomma, a novembre non potevamo aspettarci di più e l'importante è che sia stato un week-end piacevole.

Legge di stabilità: il bollo sui depositi danneggia i piccoli azionisti

Protagonista indiscussa del dibattito politico di questi giorni è la Legge di Stabilità: tra le tante misure, il testo predisposto dal Governo stabilisce di innalzare l'imposta di bollo su estratti conto, depositi bancari e postali dall'attuale 1,5 per mille al 2 per mille, senza tuttavia eliminare l'imposizione minima fissata in 34,20 euro che viene applicata a tutti i depositi. Quest'ultima rappresenta, secondo Banca Etica, un vero schiaffo all'azionariato popolare. Vediamo perché... (continua su GreenBiz.it)

venerdì 15 novembre 2013

Vivere senza cibo: è davvero possibile? Qualche considerazione sul Soylent

Probabilmente avrete già sentito parlare del Soylent, un sostituto del cibo di cui anche greenMe.it si è occupato, ormai qualche mese fa. Nell'intento del suo creatore, Rob Rhinehart, un giovane ingegnere americano, il Soylent dovrebbe fornire all'organismo tutte le sostanze di cui ha bisogno per funzionare in modo corretto, in modo da eliminare la necessità di acquistare e preparare del cibo e determinando un notevole risparmio di tempo e denaro... (continua su Pensieri Verdi)

CSR: le 10 aziende più green e sostenibili del mondo

Il rapporto tra aziende e sostenibilità è da sempre piuttosto complesso e sfaccettato, tra promesse spesso non mantenute, impegni concreti e una buona dose di greenwashing. Tuttavia, alcune società sono riuscite nell'intento di far coesistere i propri obiettivi di profitto con una riduzione della propria impronta e con l'adozione di comportamenti responsabili: CSR Wire ne ha selezionate 10, a cui ha attribuito l'ambito titolo di aziende più sostenibili del mondo... (continua su GreenBiz.it)

giovedì 14 novembre 2013

Garage Story: l'originale iniziativa di Ecodom per promuovere il corretto smaltimento dei RAEE

Ecodom (Consorzio Italiano Recupero e Riciclaggio Elettrodomestici) ha presentato oggi a a Milano l'interessante e originale iniziativa Garage Story, per far conoscere il proprio operato, dissipare dubbi e sensibilizzare l'opinione pubblica riguardo ai vantaggi del corretto smaltimento dei RAEE... (continua su GreenBiz.it)

mercoledì 13 novembre 2013

Progetto REPLICA: la Regione Lazio organizza 4 corsi di formazione dedicati ai green job

Attraverso il progetto R.E.P.L.I.C.A. - Reti di Esperienze e Professioni a Lavoro per l'Innovazione e le Competenze Ambientali, la Regione Lazio bandisce 80 posti per partecipare a 4 corsi gratuiti di formazione e riqualificazione professionale, per creare professionalità competenti e specializzate su temi legati all'ambiente e alla sostenibilità... (continua su GreenBiz.it)

martedì 12 novembre 2013

Obama punta ancora sulle fossili: finanziati 18 progetti sulla CCS degli impianti a carbone

Il Dipartimento Energia americano ha annunciato che finanzierà 18 progetti di ricerca relativi a soluzioni innovative e tecnologicamente avanzate per migliorare l'efficienza e abbassare i costi dei sistemi di cattura e stoccaggio del carbonio (CCS) prodotto dagli impianti a carbone... (continua su GreenBiz.it)

venerdì 8 novembre 2013

Centrale di Fukushima: la Tepco vuole migliorare le condizioni di lavoro

Dopo il richiamo da parte dell'Autorità di controllo nucleare giapponese, la Tepco, società che gestisce la centrale nucleare di Fukushima, si è impegnata a migliorare le condizioni di lavoro sul sito e ad adottare nuove e più efficaci disposizioni per gestire lo sversamento di acqua radioattiva in mare... (continua su GreenBiz.it)

Solare a concentrazione: come conservare l'energia con il motore a vapore

Dalla start up Terrajoule arriva un'innovazione che potrebbe consentire di superare uno degli ostacoli maggiori all'utilizzo del solare su vasta scala: un sistema affidabile per conservare l'energia prodotta durante le ore di sole, in modo da renderla utilizzabile anche nei momenti di picco della richiesta successivi al tramonto. Un'innovazione che prende le mosse da una tecnologia "antica", risalente alla prima Rivoluzione industriale: il motore a vapore... (continua su GreenBiz.it)

Rinnovabili: ecco le linee guida Ue per gli incentivi

Novità in arrivo sul fronte della legislazione europea in materia di energie pulite: la UE ha recentemente pubblicato delle linee guida che anticipano le nuove regole per gli aiuti di Stato in favore delle rinnovabili, che dovrebbero essere varate entro il prossimo anno... (continua su GreenBiz.it)

giovedì 7 novembre 2013

Smart city: Edenred in Citytech, per una mobilità intelligente a Milano

Edenred, azienda leader nel settore dei voucher e dei servizi alla persona, ha recentemente annunciato in un comunicato stampa di aver aderito al progetto di mobilità sostenibile Citytech, ideato e organizzato da Clickutility on Earth, società milanese attiva nel settore della mobilità, delle smart city e della green economy... (continua su GreenBiz.it)

Microsoft compensa le emissioni di CO2 acquistando energia rinnovabile

A partire dal 2012, Microsoft ha inaugurato una politica di compensazione delle proprie emissioni, per offrire un contributo alla lotta contro i cambiamenti climatici. Questa scelta sostenibile ha recentemente condotto la multinazionale dell'IT fondata da Bill Gates a firmare un contratto ventennale per l'acquisto dell'energia prodotta da un impianto eolico del Texas... (continua su GreenBiz.it)

Ford inaugura un laboratorio per studiare le batterie per le auto elettriche del futuro

Continua la ricerca per rendere più efficiente la mobilità elettrica: Ford Motor Company, tra i leader mondiale dell'industria automobilistica, ha inaugurato un nuovo laboratorio destinato allo studio delle tecnologie più innovative per le batterie che forniranno l'energia alle auto elettriche del futuro... (continua su GreenBiz.it)

mercoledì 6 novembre 2013

Smart city: R2CITIES, il progetto che riqualifica le aree urbane residenziali

È stato lanciato il progetto R2CITIES (Renovation of Residential urban spaces: Towards nearly zero energy CITIES), co-finanziato dall'Unione europea con l'obiettivo di intervenire sul miglioramento dell'efficienza energetica delle aree urbane residenziali. Un'iniziativa internazionale e innovativa che punta ad accelerare il processo di trasformazione delle città in cui viviamo in smart city... (continua su GreenBiz.it)

Inseguitore solare: il più grande impianto fotovoltaico d'Italia a girasole

Dopo due anni di lavori, è ormai entrato a regime il parco fotovoltaico di Ferrara, il più grande impianto d'Italia con tecnologia ad inseguitori solari o "a girasoli". Ma non mancano critiche e polemiche... (continua su GreenBiz.it)

Zero Energy Building: al via in Italia il primo stabilimento energeticamente autosufficiente

Bici e ciclomotori elettrici rigorosamente made in Italy: Wayel, la società del gruppo Termal nota per la realizzazione di innovative e-bike, riporterà la propria produzione in Italia, attraverso FIVE (Fabbrica Italiana Veicoli Elettrici), una start up che avrà sede a Bologna, in un nuovo stabilimento industriale energeticamente autosufficiente... (continua su GreenBiz.it)

giovedì 31 ottobre 2013

Come la sostenibilità spinge il business ad eccellere in innovazione

Si può parlare di un nesso sostenibilità-innovazione nel mondo del business? Esiste già molta letteratura sui benefici che derivano dal compiere scelte sostenibili in azienda - come contenere i costi, migliorare la qualità della vita aziendale e dei prodotti, attrarre e trattenere talenti, rilanciare il brand, migliorare la reputazione e così via - e spesso in questi elenchi si cita anche una maggiore capacità di innovare... (continua su GreenBiz.it)