giovedì 31 ottobre 2013

Come la sostenibilità spinge il business ad eccellere in innovazione

Si può parlare di un nesso sostenibilità-innovazione nel mondo del business? Esiste già molta letteratura sui benefici che derivano dal compiere scelte sostenibili in azienda - come contenere i costi, migliorare la qualità della vita aziendale e dei prodotti, attrarre e trattenere talenti, rilanciare il brand, migliorare la reputazione e così via - e spesso in questi elenchi si cita anche una maggiore capacità di innovare... (continua su GreenBiz.it)

mercoledì 30 ottobre 2013

Fotovoltaico: come abbattere i costi del solare con le start up

Nel corso della Solar Power International di Chicago, la più nota fiera dell'industria del solare del Nord America, 9 imprenditori preselezionati, a capo di altrettante start up del settore, si sono sfidati in una competizione live, proponendo soluzioni più o meno ingegnose per l'abbattimento dei costi flessibili collegati alla propria attività... (continua su GreenBiz.it)

martedì 29 ottobre 2013

Impact investment e business sostenibile: 5 passi per attrarre investitori responsabili

Per realizzare un progetto sostenibile non è sufficiente avere avuto un'idea green molto utile o molto brillante: bisogna saperla coltivare, verificare quali siano le condizioni migliori per tradurla in realtà e, soprattutto, essere in grado di reperire i fondi necessari alla sua attuazione. Insomma, ci vogliono costanza, dedizione e molto, molto lavoro... (continua su GreenBiz.it)

lunedì 28 ottobre 2013

Rockstart Accelerator: al via l'incubatore che sostiene le start up energetiche

Sono aperte le candidature per partecipare alla prima edizione di Rockstart Accelerator Smart Energy Program, l'incubatore aziendale dedicato alle start up in campo energetico... (continua su GreenBiz.it)

Sacchetti di plastica: la Commissione europea apre al divieto

Dopo che l'Italia ha precorso i tempi introducendo il bando sugli shopper di plastica, pare che anche la Commissione europea abbia finalmente deciso di affrontare il problema, con l'obiettivo di ridurre drasticamente l'utilizzo dei sacchetti di plastica monouso in tutti i Paesi dell'Unione. Lo ha rivelato il sito di informazione sulle politiche ambientali Ends Europe, che ha pubblicato in anteprima la bozza della direttiva... (continua su GreenBiz.it)

martedì 22 ottobre 2013

Csr: cambiare le aziende dall'interno. Il potere dei dipendenti

Cosa spinge un'azienda a comportarsi in modo più etico? Secondo l'organizzazione americana Not for Sale, che si batte contro la riduzione in schaivitù delle persone, la spinta verso un vero cambiamento non viene tanto dall'esterno, dall'opinione di clienti e potenziali e acquirenti, quanto dall'interno, dai dipendenti. Vediamo perché... (continua su GreenBiz.it)

lunedì 21 ottobre 2013

Amazzonia e petrolio: il fallimento dell’iniziativa Yasuni-ITT

Qualche mese fa avevamo parlato dell'iniziativa Yasuni-ITT, attraverso la quale l'Ecuador si era impegnato a non autorizzare l'estrazione di petrolio dal sottosuolo del Parco Nazionale Yasuni, una straordinaria riserva di biodiversità nel cuore della foresta amazzonica, a fronte di una compensazione economica da parte degli altri Stati del mondo. Ebbene, l'iniziativa, unica nel suo genere e che faceva ben sperare in un nuovo corso per la conservazione di una foresta patrimonio dell'intera umanità, è miseramente fallita... (continua su Pensieri Verdi)

Bioenergia dalle foreste: i numeri del progetto Proforbiomed

Si è svolta venerdì scorso a Roma la Conferenza nazionale Quanta energia possiamo sottrarre dalle foreste senza ferirle? Il caso del Lazio, organizzata dall'ISPRA presso la Regione Lazio per presentare i risultati del progetto UE Proforbiomed, finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) della Commissione Europea nell'ambito del programma MED Improving of the energy efficiency and promotion of renewable energy sources... (continua su Greenbiz.it)

venerdì 18 ottobre 2013

Quanta natura sprechiamo? Numeri e impatto ambientale di abitudini di consumo poco responsabili

Il 16 ottobre si è celebrata la Giornata Mondiale dell'Alimentazione, nata nel 1981 su iniziativa della FAO per sensibilizzare l'opinione pubblica mondiale sul tema della fame nel mondo. Per questo ho pensato di postare qualche dato sugli sprechi alimentari, con l'aiuto di un dettagliato rapporto del WWF da poco pubblicato e dal titolo piuttosto evocativo: Quanta Natura sprechiamo? (continua su Pensieri Verdi)

Premio sviluppo sostenibile 2013: le aziende vincitrici

È stato assegnato il Premio Sviluppo Sostenibile 2013. Il riconoscimento, giunto alla sua quinta edizione e riservato ad aziende che si siano distinte per attività e progetti innovativi con rilevanti benefici ambientali, è andato a tre aziende: la Greenwood di Salzano (Ve), la Cooperativa Fattoria della Piana di Contrada Sovereto (RC) e l'Innovation in Sciences &Technologies- Is-Tech di Roma... (continua su GreenBiz.it)

giovedì 17 ottobre 2013

Raccolta differenziata: nel 2012 l'inefficienza ha fatto perdere all'Italia 1,2 miliardi di euro

Secondo i dati diffusi da Althesys, società di consulenza specializzata in settori quali ambiente, energia e infrastrutture, nel solo 2012 in Italia sono andati persi ben 1,2 miliardi di euro per i mancati benefici derivati dalla raccolta differenziata. Perché, nonostante tutto, è ancora poco diffusa, poco efficace e poco organizzata... (continua su GreenBiz.it)

mercoledì 16 ottobre 2013

NCMS, il software che permette alle aziende di calcolare il proprio impatto ambientale

Ben presto tra le voci di bilancio di un'azienda potrebbe fare capolino anche il cosiddetto "capitale naturale", e cioè il valore finanziario delle risorse e delle materie prime di cui necessita per poter andare avanti: la società californiana Climate Earth ha infatti lanciato NCMS - Natural Capital Management System, un software che permette di tradurre in numeri (e in denaro) l'impatto ambientale di un business... (continua su GreenBiz.it)

martedì 15 ottobre 2013

La Banca Mondiale si impegna a debellare la povertà estrema entro il 2030

Sono in arrivo importanti cambiamenti alla Banca Mondiale, l'istituzione internazionale nata nel secondo dopoguerra per contribuire alla ricostruzione in Europa e Giappone e che oggi eroga finanziamenti agli Stati in difficoltà. Il Presidente Jim Yong Kim ha infatti annunciato un'imponente riorganizzazione interna, con l'obiettivo di rendere l'azione dell'istituto finanziario più efficace e di intraprendere una lotta senza quartiere alla povertà estrema... (continua su GreenBiz.it)

lunedì 14 ottobre 2013

Credito sostenibile: le banche etiche sono più robuste e performanti delle banche tradizionali

Uno studio a cura della Global Alliance for Banking on Values (Gabv), rete internazionale e indipendente di banche sostenibili, ha messo a confronto i dati finanziari-chiave delle più grandi banche del mondo con quelli di un gruppo di banche sostenibili di proporzioni significative, rivelando che queste ultime ottengono risultati migliori su tutti i fronti, compreso quello degli andamenti finanziari... (continua su GreenBiz.it)

venerdì 11 ottobre 2013

Ekotrope: il software con tecnologia NASA per progettare edifici ad alta efficienza energetica

Buone notizie sul fronte dell'architettura sostenibile: Ekotrope, una start-up americana con sede a Cambridge, Massachusetts, sta promuovendo un software web-based che permette ad ingegneri, costruttori e architetti di analizzare, in fase di progettazione, tutte le caratteristiche dell'edificio a cui stanno lavorando e di scegliere le soluzioni migliori per ottimizzarne le prestazioni ambientali... (continua su GreenBiz.it)

giovedì 10 ottobre 2013

Fair Trace Tool: una tecnologia innovativa per promuovere sostenibilità e trasparenza nel settore della moda

Nessuno dovrebbe morire di lavoro, per realizzare i prodotti che acquistiamo e gli abiti che indossiamo, e nessuno dovrebbe lavorare in condizioni di sfruttamento o, peggio ancora, di schiavitù.

Da tali considerazioni di disarmante e stringente attualità (è di questa mattina la notizia dell'ennesimo incidente in una fabbrica tessile in Bangladesh), è nato Fair Trace Tool, uno strumento interattivo utilizzabile via cellulare e via computer che promuove trasparenza, sostenibilità ed equità nella catena di approvvigionamento nel settore della moda... (continua su GreenBiz.it)

mercoledì 9 ottobre 2013

Combattere la differenza di genere sul lavoro attraverso i report di sostenibilità

Combattere la disparità di trattamento tra uomini e donne sul luogo di lavoro inserendo i dati sulla differenza di genere nei report di sostenibilità aziendali: è questa l'indicazione che viene dalle G4 Sustainability Reporting Guidelines della Global Reporting Initiative, organizzazione non governativa nota per aver elaborato degli standard largamente utilizzati nella misurazione della sostenibilità aziendale.... (continua su GreenBiz.it)

Basta con il “più”, è il momento del “meglio”. Dalla Storia delle Cose alla Storia delle Soluzioni

Forse ricorderete la Storia delle Cose (Story of Stuff), un documentario di 21 minuti prodotto negli Stati Uniti e diffuso nel 2007 per denunciare un modello economico insostenibile, basato sul consumo eccessivo delle risorse e sulla moltiplicazione dei bisogni... (continua su Pensieri Verdi)

martedì 8 ottobre 2013

Smart city: il Marocco si allea con la Svezia per realizzare un piano urbanistico da 9 miliardi di euro

15 nuove smart city entro il 2020: il Marocco ha dato il via libera ad un ambizioso piano di investimenti per creare dei centri urbani tecnologicamente avanzati e sostenibili nelle periferie di città già esistenti. E per realizzarlo ha chiesto la collaborazione della Svezia... (continua su GreenBiz.it)

lunedì 7 ottobre 2013

Monti, boschi e... mucche - Umbria 2013

Rieccoci: tenere aggiornato il blog si sta rivelando un'impresa titanica, ma cercherò di essere un pochino meno assenteista, nei prossimi mesi. Inauguriamo il nuovo anno bloggistico con un ricordo delle vacanze...

Dopo aver trascorso l'estate 2012 tra biberon e pannolini, dividendoci tra il nostro appartamento romano, la casa abruzzese dei miei genitori e quella romagnola dei miei suoceri, l'estate 2013 ci ha regalato la prima vera vacanza familiare. Diversamente dagli altri episodi della serie Turisti per caso, quello di quest'anno è stato un viaggio "soft", in cui abbiamo cercato di combinare e far coesistere il desiderio di rilassarci un po', la voglia di visitare qualche posto nuovo e la necessità, per la nostra bimba di (allora) sedici mesi, di esplorare, scoprire e curiosare, ma senza affaticarsi troppo.

E così abbiamo scelto l'Umbria - con le sue incantevoli montagne verdi, l'ottima cucina e l'aria "buona" - e la soluzione agriturismo-fattoria. Nostra figlia è appassionata di animali e abbiamo pensato di portarla in un luogo in cui potesse ammirarne alcuni in "carne ed ossa", per non arrivare a pensare che mucche e pecore siano solo statuine di plastica, disegni cartonati o morbidi peluche.

Ed è stato un successo: la piccolina si è divertita moltissimo, era strafelice di correre a perdifiato tra gli ulivi, di giocare con i gattini e di fare visita alle stalle, mangiava con un appetito "inedito" e abbiamo anche scoperto che ha una spiccata predilezione per maiali e galline. Una volta tornati a casa, per giorni ha ripetuto la domanda: "Andiamo in chiampiagna?", a riprova che la vacanza umbra deve aver lasciato il segno...

Oltre a godere delle gioie della vita agreste, abbiamo fatto anche un po' di turismo: partivamo dalla fattoria al mattino, subito dopo colazione, e stavamo fuori fino al primo pomeriggio, per rientrare alla base nella fascia oraria del pisolino pomeridiano. Non avendo molto tempo e non volendo stressare la nostra bimba con spostamenti troppo lunghi, abbiamo scelto mete distanti tra i 20 e i 30 km dall'agriturismo. Eccole:

I giorno: Spoleto
Visitare questo e gli altri centri umbri con il passeggino non è stato semplicissimo, data l'enorme quantità di salite. Ma ne è valsa la pena: piano piano abbiamo girato tutto il centro, partendo dalla Rocca albornoziana e scendendo fino alla pianura. Il Duomo merita una menzione speciale, insieme al parco Chico Mendes, splendidamente attrezzato per accogliere i più piccoli.

II giorno: Assisi 
Che dire di Assisi? Ci sarò stata decine di volte e ogni volta ne è valsa la pena, anche se alcune zone sono talmente turistiche da non sembrare "vere"... Abbiamo evitato di salire fino alla Rocca e ci siamo dedicati alla passeggiata classica, da Santa Chiara alla Basilica di San Francesco, facendo tappa al Duomo di San Rufino per ammirare la fonte a cui, secondo la tradizione, fu battezzato anche Federico II di Svevia.

III giorno: Todi

Al nostro arrivo, salendo su per una ripidissima salita, ci accoglie una foschia fittissima, tanto che fatichiamo a capire dove siamo. Poi, una volta lasciata l'auto in un parcheggio attrezzato e giunti alle porte della cittadina, cominciamo a scorgerne i contorni. Con il passare del tempo la nebbia si dirada e riusciamo a compiere la nostra visita nel borgo arroccatissimo e pittoresco, tra il Duomo, la Chiesa di San Fortunato e il Tempietto di Santa Maria della Consolazione. Purtroppo, per noi che procediamo spingendo un passeggino, non è di grande aiuto il fatto che le strade siano quasi tutte ripidissime, molto strette e continuamente percorse da auto. Ma è proprio necessario che un centro così piccolo (e così grazioso) ospiti così tanti autoveicoli?

IV giorno: Fonti del Clitunno
Trascorrere un po' di tempo in questa oasi di verde e silenzio è proprio quello che occorre per concludere la vacanza in bellezza. Tra cigni, anatre e tanta acqua limpida, alterniamo momenti di riposo ad altri di esercizio, correndo dietro alla nostra bimba, attratta dalla vista degli animali ma, soprattutto, dallo scorrere rumoroso dell'acqua. Peccato soltanto che il tempio romano che sorge a poca distanza dalle Fonti sia aperto solo in fasce orarie pomeridiane...

E voi' Avete trascorso delle buone vacanze? Mi auguro di sì!