lunedì 30 dicembre 2013

Dorotea e l'incantesimo del cancello

A tempo perso, ho scritto una storia breve per la mia bimba, ispirandomi alle sue piccole "passioni" - i giochi, le bambole, le storie, le musiche e i video che, al momento, predilige. L'ho autopubblicata su Lulu.com: se la cosa vi dovesse interessare, il librino si trova qui in versione cartacea e qui in e-book. Ne approfitto per ringraziare lo zio Sante e la zia Valentina per la bella illustrazione che ci hanno regalato! 
Ed ecco i primissimi paragrafi...

La neve scendeva copiosa sul villaggio, imbiancando tetti, cortili e stradine, come non accadeva ormai da molti anni. I bambini se ne stavano alle finestre a osservare con stupore ed entusiasmo i piccoli fiocchi che, fitti e leggeri, si posavano incessantemente l’uno sull’altro. Quello - ne erano certi - sarebbe stato un Natale straordinario!
Il fuoco crepitava nel grande camino di mattoncini rossi, mentre la madre e le figlie maggiori si affaccendavano nei preparativi per la cena della Vigilia e per il ricco pranzo dell’indomani. Dopo pochi minuti, il padre rientrò in casa con un ceppo di legno da ardere, seguito dal dottor Morfeo, vicino di casa e amico di famiglia.
“Si è scatenata una vera tormenta!” commentò l’anziano ospite tutto infreddolito, mentre si spogliava del cappello e del pesante mantello scuro, scoprendo la fronte rugosa e i capelli ormai radi e bianchi.
Il dottor Morfeo viveva da solo e amava molto trascorrere del tempo con i suoi vicini, in quella grande casa piena di vita e di calore, trovando molta gioia nell’osservare i giochi spensierati dei bambini e nel raccontare loro storie esotiche ed avventurose. C’erano ben otto figli nella famiglia - due ragazze già adolescenti e sei chiassosi e vivaci maschietti tra i tre e i dodici anni - e in loro compagnia non c’era mai spazio per noia o malinconia. Anche quella sera cenarono tutti insieme, chiacchierando in modo gioviale, commentando l’inattesa e incantevole nevicata e facendo previsioni scherzose sulla durata del lauto pranzo che la padrona di casa stava preparando per il giorno di Natale.
 Concluso il pasto la figlia maggiore, Dorotea, salì come di consueto al piano superiore per preparare i fratellini per la notte. I piccoli dormivano in tre stanze contigue, che si affacciavano lungo il corridoio principale. Tra risa, scherzi e qualche capriccio, i fratellini indossarono i pigiami e si radunarono in una delle tre camerette per ascoltare dalla voce calda e rassicurante della sorella maggiore una storia della buonanotte.
Nelle loro fiabe predilette c’erano cavalieri, draghi e animali parlanti e ogni sera Dorotea si sforzava di aggiungere ai suoi racconti qualche dettaglio che potesse attirare la loro attenzione e solleticare la loro fantasia. Poi, intonando una ninnananna, la ragazza accompagnava ciascuno dei fratelli al proprio letto, gli rimboccava le coperte e schioccava sulla sua fronte un bacio affettuoso.
Quella sera i piccoli erano così eccitati dallo spettacolo della neve che Dorotea fece molta fatica a convincerli ad addormentarsi. Raccontò loro due storie avventurose, in una delle quali riuscì a far comparire un’improvvisa nevicata notturna, e cantò diversi stornelli e ninnenanne: ma, nonostante i suoi sforzi, la sua pazienza e la sua buona volontà, ci volle quasi un’ora perché tutti si assopissero.
Quando anche l’ultimo dei fratelli si fu abbandonato al sonno, Dorotea chiuse con cura le porte delle tre camerette e uscì nel corridoio a passo svelto e leggero, cercando di tornare al piano inferiore senza svegliare nessuno. Non c’erano candele a illuminare il suo percorso, solo il riverbero delle luci che brillavano al piano inferiore. Per questo Dorotea non si accorse immediatamente della presenza del dottor Morfeo, che la attendeva in piedi, in cima alla scalinata. La ragazza era stupita: sapeva che il dottore amava molto sentirla cantare, lui stesso glielo aveva detto più volte. Che fosse salito ad ascoltarla?
“Dormono tutti?” le chiese con un sorriso gentile. La sua voce era appena un sussurro.
Dorotea annuì, quasi intimidita da quella inattesa presenza.
“Ho una cosa per te.” le disse allora il dottore. Con un gesto rapido, estrasse dalla tasca un fagotto e glielo porse. Dorotea lo prese tra le mani, esitante e, nello stesso tempo, incuriosita. Avvolto in un panno nero c’era uno specchio di legno scuro, con un piccolo ovale dai riflessi azzurri e un lungo manico finemente intagliato.
“Non è un oggetto di valore, ma appartiene alla mia famiglia da molti anni.” spiegò il dottore con modestia. “Sarei felice che lo avessi tu. Domani, in fondo, è Natale.” Poi, reclinando lievemente il capo, aggiunse, quasi con imbarazzo: “Ho approfittato di questo momento per dartelo perché ti sapevo sola… Non volevo deludere i tuoi fratelli: non ho doni per loro.”
Dorotea lo ringraziò e gli rivolse un sorriso riconoscente. Il dottore si avviò in silenzio giù per la scalinata, mentre la ragazza riavvolgeva lo specchio nel panno e andava a riporlo nella propria stanza.
Poco dopo il dottor Morfeo se ne andò, rassicurando la padrona di casa riguardo alla propria presenza al fastoso pranzo dell’indomani. Continuava a nevicare e la strada si intravvedeva appena ma, mentre percorreva faticosamente i pochi metri che lo separavano dalla porta della propria casa, il dottore non poteva fare a meno di sorridere, pieno di speranza.

venerdì 27 dicembre 2013

Moda sostenibile: Nike apre il primo stabilimento che elimina l'acqua dal processo di tintura

Tingere i capi di abbigliamento senza utilizzare né acqua né additivi chimici: è questa la nuova sfida affrontata da Nike che, in collaborazione con l'azienda partner taiwanese Far Eastern New Century, ha aperto il primo stabilimento che elimina l'acqua dal processo di tintura delle fibre tessili... (continua su GreenBiz.it)

Sorgenia: un piano industriale per ripianare il debito da 1,7 miliardi

Nei giorni scorsi, alcuni articoli apparsi sulla stampa hanno puntato i riflettori sul momento di crisi di Sorgenia, tra i principali operatori del mercato libero dell'energia elettrica e del gas naturale in Italia, con circa 500 mila clienti diffusi su tutto il territorio nazionale... (continua su GreenBiz.it)

Un anno di CSR: la top ten dei trend del 2013

L'anno sta per concludersi e, come da tradizione, è tempo di bilanci. Com'è stato il 2013 in termini di CSR? Quali eventi e quali tendenze hanno maggiormente influenzato l'atteggiamento delle aziende, spingendole ad una maggiore responsabilità sociale e ambientale? (continua su GreenBiz.it)

lunedì 23 dicembre 2013

Impact investing: 5 consigli per fare crescere il volume degli investimenti nelle buone cause

Negli ultimi tempi si discute spesso delle enormi potenzialità dell'impact investing, formulando previsioni di crescita molto ottimistiche e lusinghiere. Tuttavia, al momento bisogna constatare che il settore stenta a decollare: sono ancora poche le aziende che investono davvero in buone cause, il capitale investito è ancora relativamente esiguo ed è successo più volte che delle imprese che avevano tentato un percorso di impact investment si siano tirate indietro sul più bello... (continua su GreenBiz.it)

giovedì 19 dicembre 2013

Investire nelle rinnovabili: 330 milioni di dollari per progetti in sei Stati africani

Sei Stati africani - Mali, Mozambico, Burkina Faso, Repubblica Democratica del Congo, Ghana e Kenya - si sono aggiudicati i 330 milioni di dollari messi in palio dall'African Development Bank Group nell'ambito di una competizione globale ideata per aiutare i Paesi in via di sviluppo a realizzare progetti sostenibili in materia di clima, gestione delle foreste, energie rinnovabili e nuove tecnologie... (continua su GreenBiz.it)

Quanti rifiuti elettronici produciamo? Troppi. La mappa mondiale dei RAEE

Il volume dei rifiuti elettronici o RAEE prodotti nel mondo aumenta in modo costante e vertiginoso, grazie al progressivo incremento della produzione e dell'acquisto da parte dei consumatori di apparecchiature di diverso genere, tutte accomunate dal fatto di essere dotate di batterie o di cavi elettrici... (continua su GreenBiz.it)

venerdì 13 dicembre 2013

Un ufficio senza carta è possibile?

È possibile per un ufficio non utilizzare materiale cartaceo, sfruttando le potenzialità delle nuove tecnologie? In parole povere, si può davvero smettere di stampare?

Xerox, nota multinazionale che ha nella gestione documentale all'interno dei luoghi di lavoro il proprio core business, ha studiato il problema, constatando che, sebbene l'idea di un ufficio che non utilizzi materiale cartaceo esista da circa quarant'anni, il numero di stampe è progressivamente aumentato, anziché diminuire... (continua su GreenBiz.it)

Entro il 2016 scomparirà il più grande accumulo di pneumatici fuori uso

Grazie alla collaborazione tra Ecopneus e il Comune di Castelletto di Branduzzo, le oltre 60.000 tonnellate del più grande accumulo di pneumatici fuori uso d'Italia saranno definitivamente avviate a recupero entro il 2016... (continua su GreenBiz.it)

Come recuperare gli imballaggi biodegradabili? Lo studio di CONAI

Come recuperare gli imballaggi biodegradabili? In occasione dell'ottava edizione della EuBP Conference, la conferenza internazionale dedicata all'industria delle bioplastiche e dei biomateriali, CONAI – Consorzio Nazionale Imballaggi ha presentato le conclusioni di uno studio sulla riciclabilità delle bioplastiche... (continua su GreenBiz.it)

martedì 10 dicembre 2013

Nasce un consorzio per la gestione dei rifiuti compostabili. Il plauso di Plastics Recyclers Europe

Plastics Recyclers Europe, l'associazione che rappresenta i riciclatori di plastica europei, ha accolto con favore la scelta di costituire in Italia un consorzio per la gestione dei rifiuti compostabili, tra cui anche gli imballaggi plastici aventi tale caratteristica... (continua su GreenBiz.it)

AFASE entra a far parte della SETI Alliance

AFASE - Alliance for Affordable Solar Energy ha annunciato oggi che entrerà a far parte con effetto immediato della SETI Alliance - Alliance of the Sustainable Energy Trade Initiative... (continua su GreenBiz.it)

Premio Impresa Ambiente 2014: al via il bando della settima edizione

È stato pubblicato il bando per la settima edizione del Premio Impresa Ambiente, il riconoscimento riservato alle imprese italiane, pubbliche e private, che si siano distinte in un'ottica di Sviluppo Sostenibile, Rispetto Ambientale e Responsabilità Sociale... (continua su GreenBiz.it)

lunedì 9 dicembre 2013

Smart city: Firenze sarà un modello per le citta' intelligenti

Il Comune di Firenze ha ottenuto un finanziamento di 400.000 euro dalla UE per mettere a punto un masterplan di progetti ecosostenibili replicabili anche al di fuori dal tessuto urbano. I fondi rientrano nel progetto STEEP (SystemsThinking for comprehensive city Efficient Energy Planning), a cui il capoluogo toscano partecipa insieme ad Ataf nell'ambito del programma quadro smart city - Energy 2012 Strategic Sustainable planning and screening of the city plans... (continua su GreenBiz.it)

Rifiuti: luci e ombre del riciclo in Italia

La FISE Unire, associazione di Confindustria che rappresenta le aziende del recupero dei rifiuti, e la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile hanno presentato ieri il rapporto annuale L'Italia del Riciclo.Lo studio svela luci e ombre del riciclo dei rifiuti in Italia, mostrando ad esempio che, se oltre il 65% degli imballaggi viene avviato a riciclo (con ottimi risultati per carta, vetro e acciaio), il 43% dei rifiuti urbani viene ancora smaltito in discarica... (continua su GreenBiz.it)

Giornata mondiale del suolo: Legambiente contro la cementificazione selvaggia

In occasione dellla Giornata mondiale del suolo, che si è celebrata lo scorso 5 dicembre, Legambiente ha invitato a fermare il consumo indiscriminato e l'impermeabilizzazione dei suoli e a favorire un modo nuovo e più sostenibile di concepire il territorio e gli spazi urbani... (continua su GreenBiz.it)

giovedì 5 dicembre 2013

Imballaggi e packaging: CONAI presenta il Dossier Prevenzione 2013

Quali sono le soluzioni più virtuose nella progettazione e nella produzione di imballaggi ecosostenibili realizzate e adottate dalle aziende italiane nel triennio 2011-2013? Ad illustrarle nel suo nuovo Dossier Prevenzione 2013 il CONAI, in occasione dei SetteGreen Awards 2013, di cui il consorzio era promotore... (continua su GreenBiz.it)

mercoledì 4 dicembre 2013

Sette Green Award ed E.ON Energia Awards 2013: tutti i vincitori

Si è svolta ieri a Milano la cerimonia di premiazione dell'E.ON Energia Awards e del SetteGreen Awards 2013, iniziative ideate e realizzate da E.ON e SetteGreen, in collaborazione con CONAI- Consorzio Nazionale Imballaggi. Per il terzo anno consecutivo, sono state premiate le idee, le persone e le aziende che, nel corso del 2013, si sono distinte nel campo della sostenibilità... (continua su GreenBiz.it)

martedì 3 dicembre 2013

La qualità della vita 2013: Trento al primo posto, Napoli fanalino di coda

Anche quest'anno, l'indagine annuale del Sole 24 Ore che indaga la qualità della vita delle 107 province italiane incorona il Trentino Alto Adige quale regione più vivibile della Penisola. La classifica del 2013 vede Trento scavalcare Bolzano in vetta, conquistando il primo gradino del podio, mentre si collocano all'ultimo posto Napoli e la sua provincia, in discesa di una posizione rispetto ad un anno fa... (continua su GreenBiz.it)

lunedì 2 dicembre 2013

Banca Mondiale e ONU lanciano un piano di investimenti in energia sostenibile, escludendo il nucleare

Il Segretario generale dell'ONU, Ban Ki-Moon, e il Presidente della Banca Mondiale, Jim Yong Kim, hanno annunciato Sustainable Energy for All (SE4ALL), un piano di investimenti congiunto a cui prenderanno parte i governi di 81 Paesi, oltre che agenzie internazionali e privati, con l'obiettivo di consentire a tutti gli abitanti del Pianeta di usufruire di energia elettrica sostenibile entro il 2030... (continua su GreenBiz.it)